Sono passati ormai 10 anni da quella notte magica: con una doppietta in finale di Champions, el principe Diego Militodiventa re” (telecronaca Massimo Marianella) e spezza un incantesimo lungo ben 45 anni. L’Inter è sul tetto d’Europa, per la terza volta nella sua storia. Ma mentre i nerazzurri portano in trionfo la coppa dalle grandi orecchie, terzo ed ultimo tassello del puzzle del Triplete, José Mourinho scoppia in lacrime: il suo futuro non è a Milano, ma lì, al Santiago Bernabeu. Il portoghese è convinto di aver portato il club su un altro livello e che, indipendentemente da chi si sarebbe seduto in panchina, sarebbero arrivate altre vittorie. Non è andata proprio così…

Top