fbpx
Autore

Nicola Lozupone

Ricerca

Ogni compleanno rappresenta per ciascuno di noi un momento da festeggiare, ma anche un momento in cui dobbiamo riflettere e fare dei bilanci, capire quale visione abbiamo di noi stessi e magari rispondere a quella domanda che spesso gli head hunter amano fare ai candidati in sede di primo colloquio, e davanti alla quale oggi si ritrova anche un certo Harry Kane: “come ti rivedi tra cinque anni?”

Quando pensiamo alla Svezia eleganza, stile e gusto del bello non salgono in cima ai nostri pensieri. D’altronde l’eleganza e l’alta moda risiede altrove e gli svedesi sono conosciuti per catene di arredamento modulare e di abbigliamento cheap. Insomma, la praticità prima di tutto. Ed invece nel giocatore che andiamo a raccontare ritroviamo tutto il gusto del bello, ma non fine a sé stesso, emerso da una scuola calcistica basata sulla solidità e sul fisico e su un 4-4-2 granitico: Jesper Karlsson è uno dei talenti più intriganti da osservare nei prossimi anni, proprio per l’unicità del suo stile e dei suoi colpi.

Molto spesso la narrazione calcistica in Italia è associata ai tre libri della Divina Commedia: se la Serie A rappresenta il Paradiso e la Serie B il Purgatorio, alla Serie C ed inferiori spetta l’arduo ruolo di rappresentare i gironi infernali. Tuttavia, i versi più belli dell’opera dantesca sono proprio i primi 34 (prologo incluso), per cui la nostra terza serie spesso e volentieri racconta storie più belle, rese ancor più interessanti dal suo contesto di nobili decadute e piccole realtà di provincia che si intrecciano tra di loro.

Natale 2019 è stato molto dolce per i tifosi dei Gunners: l’arrivo di Mikel Arteta sulla panchina che per 22 anni era stata proprietà di Arsene Wenger aveva l’odore di riproposizione di una nuova era, un approccio molto simile a quello che aveva portato nel nord di Londra, nel 1996, il tecnico alsaziano. L’esperienza dello spagnolo come calciatore sotto lo stesso Wenger e come assistente di Pep Guardiola ha creato un’aspettativa da incrocio genetico simile a quella che ci siamo immaginati quando abbiamo saputo che Andre Agassi e Steffi Graf avevano messo al mondo un erede, oppure quando la stessa cosa era accaduta con Sergio Aguero e Giannina Maradona.

Top