Categoria

MINUTO DI RECUPERO

Categoria

Moduli a specchio, ma diverse interpretazioni e differenti giocatori. Prendiamo i tre di centrocampo: Milinkovic-Savic, Leiva e Luis Alberto da una parte; Barella, Brozovic e Vecino dall’altra. Nella conta di chi fa il falegname, nel senso fisico, e di chi invece fa l’artigiano, che quel legno lo lavora con delicatezza, non c’è stata storia: Lazio avanti di almeno un uomo in mezzo al campo, la stessa lunghezza del risultato finale.

Soltanto Mosè (con le acque) è stato più divisivo di JuventusFiorentina. Dopo il lunch match di domenica, il calcio italiano si è spaccato in due: da una parte chi appoggia l’uscita di Commisso, dall’altra chi condivide le frasi di Nedved. Noi non ci schieriamo, trovando colpe ovunque. Preferiamo creare un nuovo “partito” (e ulteriore bagarre): perché non portare in conferenza stampa, dopo le partite, anche l’arbitro?

È inutile affogare i rimorsi. Gli errori sono boe che restano sempre a galla. Come quello di Conte, che nel mercato estivo ha mandato via Nainggolan con la stessa velocità con la quale a gennaio è andato a bussare alla porta della società per chiedere un giocatore simile. Un calciatore “alla Vidal“, ha poi specificato. Un po’ come fa la volpe quando non arriva all’uva.

Top