Autore

Redazione RdL

Ricerca

A Roma, le persone sembrano amare con più entusiasmo, uccidere con più fantasia, sottomettersi ai bisogni creatori più spesso, e perdere il senso della logica più facilmente che altrove.

Quando hai sulle spalle tremila anni di storia, il peso del tempo che passa hai imparato a gestirlo. Roma vive nel riflesso di quello che hanno scritto sui libri, cantato nelle canzoni e narrato i poeti. Roma non è retorica. È l’osteria a Trastevere che serve vino dei castelli, è l’odore di cornetti caldi in piena notte e gruppi di ragazzi che tornano dai locali.

Erling Braut Haaland è il centravanti del futuro, punto. Sicuramente sarete a conoscenza della clausola da 75 milioni di euro che entrerà in vigore nell’estate del 2022, quando il norvegese compirà 22 anni, ma siete sicuri di sapere ogni minimo dettaglio sul suo conto? Se la risposta è negativa, non preoccupatevi: ecco a voi le migliori curiosità sulla stella del Borussia Dortmund.

Venuto da lontano, amato da vicino: è la parabola di Heung-min Son, tedesco (prima) e londinese (poi) d’adozione, ma nato nel capoluogo della provincia sudcoreana del Gangwon, Chuncheon. Lo conoscete, no? Beh, indubbiamente non sarà complesso associare un numero 7 e dei tratti somatici dell’Estremo Oriente all’idolo del tifosi degli Spurs; queste 7 (e quante, altrimenti?) curiosità, però, potrebbero non aver mai stanziato nella vostra anticamera del cervello. Che aspettate, 갑시다! O meglio, andiamo!

Ormai si tratta di un’affermazione più che constatata: la scuola nerazzurra di Bergamo continua a produrre giocatori d’alto livello, con l’Atalanta che si è consolidata negli ultimi anni come una vera e propria fucina di fuoriclasse. Uno di questi è indubbiamente Robin Gosens, perciò perché non andare alla scoperta di qualche aneddoto su di lui? Ecco a voi 8 curiosità sul tedesco della Dea, come il numero di maglia che fa impazzire il tifo atalantino sulla fascia sinistra.

Il vostro credo calcistico, quando si parla di figure come la sua, conta relativamente. Aggiungete, all’avversità per le righe bianconere, magari anche della sana vecchia rivalità con i cugini d’oltralpe; tutto lecito, certo, ma altrettanto fuori luogo: Le Roi ti fa innamorare del pallone anche se in quel 9 luglio 2006 non hai tifato per i dieci davanti a Barthez. Andiamo a scoprire le 10 (e quante sennò?) migliori curiosità su uno dei francesi più forti passati nel nostro campionato: Michel Platini.

Pin It Top