......................................................................................................................................................................................<
Tag

Serie A

Ricerca

Un momento della carriera portato nel cuore? Ci sono vari momenti. Direi due in particolare. Il primo è la notte prima dell’esordio con l’Inter: ho dormito poco perché vedevo San Siro così lontano che pensare di poterlo vivere da protagonista era come un sogno. Il secondo è la notte prima della finale di Champions League: il traguardo che aspettavamo da tantissimo tempo e che finalmente è arrivato con un successo indimenticabile.

Il Derby della Capitale. O se vogliamo Derby Capitolino. O ancora Derby del Cupolone. Per la gente comune una semplice partita di calcio. Per Roma no. Cori a squarciagola, coreografie stupende, centinaia di striscioni, bandiere, giallo, rosso, bianco, celeste. È questo er Derby de Roma. Attesissimo ogni anno. Ogni tifoso, romanista o laziale che sia, ne fa propria ragione di vita.

Il suo compleanno è incastonato nel mese di febbraio a due giorni da quello di Roberto Baggio. Un segnale, quasi un’investitura di una carriera all’inseguimento di un mito, specie se si pensa che come il Divin Codino, Federico Bernardeschi ha prima indossato, giovanissimo e senza tremare, il numero 10 della Fiorentina e poi – sempre come Roby – ha compiuto il salto verso i rivali della Juventus.

Top