Tag

Roma

Ricerca

(Specialmente) se siete tifosi del Milan o della Roma, vi sarà sfuggito ben poco di uno dei laterali destri brasiliani più determinanti dell’era moderna. Né Maicon né Dani Alves, che abbiamo visto rispettivamente nella Milano nerazzurra e nella Torino bianconera: parliamo di Marcos Evangelista de Moraes, meglio noto come Cafu. Ecco a voi 6 curiosità che (forse) non sapete sul Pendolino.

Ad una settimana dalla rete da debuttante di Carles Perez, il palcoscenico si sposta in Belgio. Niente Colosseo, ma solo mulini a vento: i gladiatori, però, dovranno necessariamente rimanere. Il motivo? Beh, la Lupa è sembrata docile sotto i colpi degli uomini in biancoblù: andiamo ad analizzare la vittoria agrodolce degli uomini di Fonseca.

Due americani, un giovane ed un ultrasessantenne, si incontrano a Roma. No, nessuna barzelletta: è quello che succederà alle 21:00 di domani, per la precisione qui. È un posto speciale per uno dei due americani, nonostante lo visiti saltuariamente; per il suo connazionale ventenne, invece, è una vetrina da sfruttare: gli viene bene, perchè nonostante sia nel Vecchio Continente da poco più di due anni, gli vogliono bene già in molti.

È il sogno di ogni ragazzo: inizi a giocare a calcio perchè si sa, quel pallone che rotola sull’erba attira un po’ tutti, e vivi sperando di sfondare. Molto probabilmente, cominci a giocare in provincia, su campi trascurati e dalle strutture non proprio aderenti alle ultime tendenze sul design: docce con l’acqua più fredda che calda, panchine scheggiate, spogliatoi fatiscenti.. Eppure tu continui, convinto a perseverare perchè credi nella grande occasione, nel grande palcoscenico. È una storia che potrebbe accomunare chiunque, ma che oggi parte appena fuori dal frangente nord-occidentale del raccordo anulare romano: Polisportiva Selva Candida. Inizia tutto qui.

Quante volte vi è capitato sentir dire “ma che modi strani che hanno questi musulmani”? Certo, pregare cinque volte al giorno o digiunare per buona parte delle giornate nell’arco di un mese sono abitudini neanche lontanamente vicine alla cultura dei popoli occidentali. Capita di vedere islamici nelle ore più calde del giorno prendere un tappetino, rivolgersi verso la Kaʿba (il luogo sacro dell’islam) e pregare. Pregano, pregano e pregano, ovunque: nei parchi, nei cantieri, in centro città, ad Anfield. Sì, un musulmano prega anche ad Anfield.

Il Derby della Capitale. O se vogliamo Derby Capitolino. O ancora Derby del Cupolone. Per la gente comune una semplice partita di calcio. Per Roma no. Cori a squarciagola, coreografie stupende, centinaia di striscioni, bandiere, giallo, rosso, bianco, celeste. È questo er Derby de Roma. Attesissimo ogni anno. Ogni tifoso, romanista o laziale che sia, ne fa propria ragione di vita.

Top