Tag

Juventus

Ricerca

È il 1911. Luigi Pirandello pubblica “La patente, una delle tante novelle che lo renderanno noto al grande pubblico. Lo scrittore siciliano narra della sfortunata vicenda di Rosario Chiarchiaro, considerato da tutti lo iettatore del paese, che tenta di farsi convalidare una patente da iettatore dal giudice D’Andrea. La sua richiesta, ovviamente, rimarrà incompiuta. 79 anni dopo, nel giorno di Santo Stefano, l’anima di Rosario Chiarchiaro potrebbe aver cambiato corpo, nella speranza di portare meno jella alle persone, per citare Pirandello.

Jugoslavia: nata per unire, morta per dividere. È così, non c’è definizione migliore per descrivere lo Stato nato alla fine della prima guerra mondiale e venuto a disgregarsi alla fine del XX secolo. Alla fine della Grande Guerra, che aveva visto l’Impero Austro-ungarico tra le file dei vinti, svariate personalità della scena politica e letteraria slava, da serbi a croati passando per gli sloveni, spinsero per l’indipendenza dei loro territori dagli austroungarici. Fu in questo modo che nacque la Jugoslavia, lo Stato simbolo della rivincita slava.

Il suo compleanno è incastonato nel mese di febbraio a due giorni da quello di Roberto Baggio. Un segnale, quasi un’investitura di una carriera all’inseguimento di un mito, specie se si pensa che come il Divin Codino, Federico Bernardeschi ha prima indossato, giovanissimo e senza tremare, il numero 10 della Fiorentina e poi – sempre come Roby – ha compiuto il salto verso i rivali della Juventus.

Top