Aggiornato:

La mano del fato, sotto forma di Altintop, ha estratto e tracciato i percorsi delle sedici ancora in gara. A Nyon, come ogni anno, stupore, sorrisi beffardi e sconcerto hanno fatto da padrone: quei dieci minuti in cui si consuma l’estrazione si dilatano, distorcendo la normale cognizione dello spazio-tempo. Per Percassi e Agnelli è durato un attimo, per De Laurentiis una vita. Ricapitolando:

Atalanta – Valencia

Juventus – Lione

Napoli – Barcellona

Il violino

Da quel rocambolesco 3 a 2 dello Stadium ne è passata di acqua sotto i ponti. Garcia guidava un’armata di coraggiosi giallorossi, convinti di poter matare l’esercito bianconero e mettere fine alla loro egemonia. In una battaglia senza esclusione di colpi, con tante polemiche e decisioni dubbie (per i complottisti manovrate), Rudi ne uscì immortale ma sconfitto: il gesto del violino è scolpito nella memoria di ogni appassionato. “E te pareva” per dirla alla romana. “E te pareva” che, dopo aver perso i giocatori più rappresentativi e in un momento di crisi, Rudi non ritrovava il nemico che ha spazzato via la sua più grande quasi impresa?

Suonalo Garcia…

Il Lione

Memphis Depay ha subito una rottura del crociato. L’attaccante estro e follia, metà rapper metà goleador, non sarà della sfida. Un colpo duro, durissimo, per una squadra in balia degli eventi, trascinata dalla corrente verso un naufragio quasi certo: ottavi in classifica, difesa ballerina, screzi tra tifosi e giocatori e tra tifosi società. Si può ambire ancora a un piazzamento che garantisca l’accesso all’Europa e si potrà battagliare la corazzata Juve, ma si deve necessariamente passare dal mercato.

depay illustrazione giunglaGennaio, infatti, sarà un mese cruciale: trovare un degno sostituto di Memphis e di Reine-Adelaide, anch’esso out causa crociato, sempre nel match domenicale.  Il giudizio su quella che potrà essere la sfida Champions è, per il momento, rimandato. 

LEGGI ANCHE: La storia di Memphis Depay

Lascia un commento

Top