......................................................................................................................................................................................<

Il tanto atteso secondo turno infrasettimanale della stagione è arrivato. Dopo un weekend ricco di gol, si torna subito a giocare: andiamo a scoprire il menù della 10ª giornata di campionato.

DOVE E QUANDO VEDERLE

Mar 19.00 PARMA-H. VERONA (DAZN)
Mar 21.00 BRESCIA-INTER (SKY)
Mer 19.00 NAPOLI-ATALANTA (SKY)
Mer 21.00 SASSUOLO-FIORENTINA (SKY)
Mer 21.00 SAMPDORIA-LECCE (SKY)
Mer 21.00 LAZIO-TORINO (DAZN)
Mer 21.00 JUVENTUS-GENOA (SKY)
Mer 21.00 UDINESE-ROMA (DAZN)
Mer 21.00 CAGLIARI-BOLOGNA (SKY)
Gio 21.00 MILAN-SPAL (SKY)

 

VAI DIRETTAMENTE A
👇

PARMA-HELLAS VERONA
BRESCIA-INTER
NAPOLI-ATALANTA
SASSUOLO-FIORENTINA
SAMPDORIA-LECCE
LAZIO-TORINO
JUVENTUS-GENOA
UDINESE-ROMA
CAGLIARI-BOLOGNA
MILAN-SPAL

 

PARMA-HELLAS VERONA

cosa ci riserva riserva di lusso

Umore

Gli uomini di D’Aversa per continuare ad insidiare la zona Europa League, quelli di Jurić per risalire faticosamente la classifica dopo i due stop consecutivi contro Sassuolo e Napoli. Ma soprattutto una sfida senza tempo: gli gnocchi di patate li fanno meglio a Parma o a Verona?

Istruzioni per l’uso

Accelerazioni e fantasia nei rispettivi reparti offensivi; da una parte il trio dei terribili fantasisti ducali che ha fatto spaventare il popolo nerazzurro a San Siro, dall’altra un giovane che con l’Inter ha avuto (ed avrà) a che fare. È la grande occasione di Eddie Salcedo, che già con la Sampdoria aveva mostrato bei colpi: talenti all’arrembaggio nell’anticipo del martedì.

Osservato speciale

Non è stato un inizio facile: arrivato come talento da far sbocciare, presto si è rivelato una rosa appassita. Sabato, però, a San Siro è tornata primavera e Yann Karamoh ha dato inizio alla sua fioritura: non resta che pungere anche l’Hellas.

BRESCIA-INTER

cosa ci riserva riserva di lusso

Umore

I bad boys di Antonio Conte sono tornati sulla terra dopo una felice passeggiata nello spazio, dove probabilmente hanno incontrato il marziano Tonali, uno dei pochi a salvarsi nella disfatta bresciana a Genova: che la vittoria dell’amato Thiago Motta fosse un segno premonitore in vista dell’anticipo serale in programma al Rigamonti?

Istruzioni per l’uso

Godin e Biraghi sono stati tra i principali indiziati nell’indagine di Conte sullo stop contro il Parma: torna De Vrij in mezzo alla difesa ed Asamoah si riprende il posto sulla fascia sinistra. Corini, invece, schiera il suo undici titolarissimo per sfidare la seconda in classifica: la monotonia, a volte, è buona amica.

Osservato speciale

C’è da salvare una Leonessa dal castello chiamato retrocessione? Nessun problema, ci pensa SuperMario… forse. La stella del Brescia ha messo a segno solo un gol, che possa rivitalizzarsi contro il nemico finale? Bowser, questa volta, è l’Inter di Conte. Nerazzurri, siete avvisati: Balotelli vuole completare l’ultimo livello.

NAPOLI-ATALANTA

cosa ci riserva riserva di lusso

Umore

Il Napoli non va, è lontano dai riflettori, dal concetto di concretezza e ultimo, ma non per importanza, dal primo posto. Troppo sbilanciato? Nervosismi interni? Mancanza di motivazioni per l’ennesima fatica in ottica scudetto? Non siamo noi nella posizione adatta per valutare cosa e chi non va, che manca e come si deve lavorare. Assolutamente no. Ma una cosa si può dire: da mercoledì, la vetta, potrebbe allontanarsi ancora.

Istruzioni per l’uso

Dea sulle ali dell’entusiasmo e dei suoi fantasisti. Ilicic, Gomez e Muriel sono poesia calcistica in movimento, interconnessi e speciali da osservare. L’uno capisce l’altro, sa dove andrà e in quale momento. La palla accarezza l’erba dolcemente, i dribbling sono ubriacanti e il fraseggio stupendo. L’unico limite è rappresentato da loro stessi. La difesa del Napoli, rimaneggiata causa infortuni, avrà un bel da fare. E Ancelotti non intende cambiare filosofia o modulo: si va avanti con il 4-4-2 ultra offensivo.

Osservato speciale

Muriel è l’uomo copertina dei nerazzurri. Parere unanime e oggettivo. Ma deve combattere contro i due nemici di sempre: sè stesso e una continuità mai vista in carriera. I colpi da campione li ha sempre avuti, ha rubato cuori con la sua leggerezza (in campo) e ingannato gli addetti ai lavori stagione dopo stagione. Ora, vicino ai 30, ha una partita cruciale e un campionato da non steccare. Chissà che il fato, per una volta, non gli dia una chance…

SASSUOLO-FIORENTINA

cosa ci riserva riserva di lusso

Umore

Una ha vinto nell’anticipo, l’altra ha perso nel posticipo. Una ha ritrovato i 3 punti in trasferta, l’altra è caduta davanti ai suoi tifosi. Insomma, neroverdi e viola sono agli antipodi e di solito gli opposti si attraggono: la voglia di gioire sarà tale da annullare le azioni altrui? Un pareggio sembra nell’aria: manca anche Ribéry…

Istruzioni per l’uso

Montella dovrà fare a meno del suo duo dinamico in attacco, vista la spinta al guardalinee del francese e la probabile squalifica da scontare. Spazio, quindi, al tridente che il tecnico viola ha testato in estate: Chiesa e Sottil sulle fasce, Boateng in mezzo. Anche nel Sassuolo cambia la punta centrale: Defrel tornerà a sedersi in panchina, perché dovrà buttarla dentro il nostro osservato speciale…

Osservato speciale

Ormai l’astinenza dura da più di un mese: dal 22 settembre scorso Ciccio Caputo non gonfia la rete ed i suoi gol stanno mancando e non poco agli uomini di De Zerbi, relativamente fortunati visti i due pali presi dal Verona nello 0-1 al Bentegodi. Un +3 è quasi obbligatorio: se avete CC9 contro al Fantacalcio, iniziate i riti propiziatori…

SAMPDORIA-LECCE

cosa ci riserva riserva di lusso

Umore

Il fanalino di coda (spoiler: non è il Lecce) che ospita la sedicesima in classifica. Definire quello del Ferraris uno scontro salvezza può bastare per inquadrare il momento nero della Sampdoria?

Istruzioni per l’uso

Il Lecce sulle ali dell’entusiasmo incontra la Sampdoria con la testa bassa per la depressione. I blucerchiati dovranno stare attenti sul lungo periodo: il Lecce non molla fino all’ultimo. Vero Milan?

Osservato speciale

Lo ripetiamo come un mantra, come una scaramanzia: ci aspettiamo Quagliarella Man Of the Match. Quando il capitano inizierà a timbrare, vorrà dire che la Sampdoria avrà iniziato a giocare.

LAZIO-TORINO

cosa ci riserva riserva di lusso

Umore

Finale di gara degno di un thriller girato da Alfred Hitchcock al Franchi, con i biancocelesti che scacciano i brutti pensieri con il solito Ciro Immobile. Il bomber del Toro, invece, non è riuscito a incornare il Cagliari: Gallo a secco e granata inchiodati all’undicesimo posto. Mazzarri chiama la carica: è in arrivo una sorprendete vittoria esterna?

Istruzioni per l’uso

Zaza si è sbloccato nel pareggio contro i sardi, ma Mazzarri non sembra intenzionato a scommettere molto sull’ex Juve: più probabile che il supporto a Belotti sia dato da Meitè e dal redivivo Iago Falque, assoluta delusione della stagione granata. Inzaghi, invece, ha le idee chiare; squadra che vince non si cambia, ma la stanchezza si fa sentire: Marusic farà rifiatare Lazzari.

Osservato speciale

È sparito dai radar, ma ci ha abituato ad una notevole discontinuità da quando è rinato con la maglia biancoceleste: se la Lazio riuscirà ad arginare il roccioso centrocampo granata, sarà principalmente merito di Luis Alberto. Mancano leggiadria e dribbling lì in mezzo: tocca a te, Luis.

JUVENTUS-GENOA

cosa ci riserva riserva di lusso

Umore

La Juventus per rialzare la testa, il Genoa per non abbassarla. E se Thiago Motta facesse un’altra magia?

Istruzioni per l’uso

Sulla barca naufragata a Lecce torna il comandante Ronaldo. Il Genoa, squadra di mare, prova invece ad attaccare il porto di Torino con l’esperienza e la forza del nemico: Thiago Motta e Pandev, all’Allianz Stadium, ricordano sempre qualcosa.

Osservato speciale

Uscendo dai binari dell’ovvio, fari puntati su Thiago Motta. Azzeccare i cambi una volta può essere da veggente, ma due indizi possono diventare una prova…

UDINESE-ROMA

cosa ci riserva riserva di lusso
Foto Paolo Bruno – Getty Images

Umore

Dalle stelle alle stalle, dal ruggito dell’Olimpico alla debacle di Bergamo. L’Udinese per dimenticare, la Roma per trovare un equilibrio dopo le montagne russe iniziali. Risultati altalenanti che, però, fanno volare l’immaginazione: a 4 punti dal terzo posto si pensa in grande. E il pubblico di Roma si fa sentire, sa trasmettere tutta la passione alla squadra. Perché non crederci?

Istruzioni per l’uso

L’Udinese, in casa, punta a ritrovare serenità, a scrollarsi le scorie di domenica e ricompattarsi. Una squadra costruita per soffrire, schiacciarsi e colpire in ripartenza non può crollare come un castello di carte altrimenti, la situazione, si fa complicata. De Paul è ancora un oggetto misterioso, Zaniolo ha sfoderato gli artigli. Fonseca spera ancora di aggrapparsi al suo fisico e al suo estro, alla sua voglia di zittire ogni scettico. Pastore, in ascesa, sarà determinante per imbeccare l’uomo simbolo di questa Roma: Edin Dzeko.

Osservato speciale

Dzeko, in versione maschera di ferro, è in forma e si vede. Questa volta dovrà vedersela con tre centrali, uno più roccioso dell’altro. Partita sì di sacrificio, ma anche di qualità. Quella che servirà negli ultimi metri…

CAGLIARI-BOLOGNA

cosa ci riserva riserva di lusso

Umore

Il Cagliari continua a stupire, il Bologna prosegue la sua cavalcata. C’è alchimia in campo, Simeone lavora per la squadra, apre gli spazi e manda in porta i compagni. Ognuno dà il 110% e il risultato si vede: 8 risultati utili consecutivi. Numeri da capogiro. I felsinei, invece, non sono più una rivelazione: la fase difensiva non brilla, ma la coperta è corta. Quei ritmi asfissianti, per forza di cose, creano più spazi per gli avversari.

Istruzioni per l’uso

La muraglia umana eretta da Maran va alla ricerca del clamoroso sorpasso alla Lazio. Tra loro e l’obiettivo un solo ostacolo: la mina vagante Bologna. Alla Sardegna Arena, nella loro casa, gli undici di Maran daranno battaglia come solo loro sanno fare. In prima fila Nainggolan, Nandez (reduce dal primo gol) e Simeone. A dare qualità Rog e Joao Pedro, Maran a dirigere.

Osservato speciale

Troppe giornate senza vedere il suo nome sul tabellino marcatori e una nuova occasione. Il cholito, dopo l’assist a Nandez, vuole ritrovare la via del gol e dare un altro tipo di sostegno ai suoi: la ricerca della rete deve diventare un pensiero fisso. E Bani-Danilo potrebbero concedergli qualcosa…

MILAN-SPAL

cosa ci riserva riserva di lusso

Umore

Pioli ha iniziato male (un punto in due partite), il Milan ha continuato ancora peggio (dieci punti in nove giornate). E a San Siro non sarà facile: extraterrestri a parte (i bianconeri), la Spal ha sempre fatto faticare le big. Il Napoli, dell’ultima giornata, può confermare.

Istruzioni per l’uso

Il Milan visto a Roma è stato l’esaltazione dell’errore tecnico e la conferma che Dio guarda il Diavolo fino ad un certo punto (goleada evitata, ma il pareggio sarebbe stato ingiusto). La Spal, cinica e fredda, può puntare alla luna guardando il sole. Basta sfruttare gli abbagli dei rossoneri.

Osservato speciale

Nei momenti di difficoltà ci vuole il guizzo del campione. Suso ha perso lo status da fuoriclasse partita dopo partita, ma basta una gara giocata bene per riprendersi elogi e abbracci da parte del pubblico di San Siro.

Shop riserva di lusso

Autore

Classe 2000. Il classico nome romano per un pavese di origini calabresi; geografia a parte, aspira a guadagnarsi da vivere raccontando le storie degli sport che ama, dal calcio al basket. È destinato a soffrire: tifa Inter.

Lascia un commento

Top