Categoria

CALCIO ITALIANO

Categoria

Tutto parte dalla Sardegna, terra selvaggia ma accogliente, che non lascia scampo alla tua solitudine, bensì fa di tutto per renderti partecipe alla vita dell’isola. È nella terra dei nuraghi, dei malloreddus e dei Mamuthones che in un piovoso mercoledì di fine gennaio, nel 2010, arriva un belga poliglotta (parla quasi perfettamente l’olandese, l’italiano, il francese e l’inglese) con la grinta che esce fuori dalle orbite.

Ho avuto momenti in cui mi sono detto: “Ma chi me lo fa fare?”. Mi ricordo una sequenza incredibile: arrivo agli Allievi nazionali del Treviso e il Treviso fallisce. Vado in C2 a Vercelli e l’anno dopo fallisce, poi vado all’Ivrea e fallisce, poi all’Atletico Roma in C1 che fallisce, l’anno dopo vado a Ravenna e fallisce anche il Ravenna. In un anno ho dovuto superare due fallimenti.

Un giramondo dal cuore sudamericano. Una storia tragicomica che mescola gol e delusioni. Tecnica e cattiva sorte.

“Napoli” e “Messi” nella stessa frase? In che senso? A Napoli l’onnipotenza calcistica argentina è nata a Lanús e si chiama Diego; nella città delle 500 cupole il migliore di sempre è il pibe de oro, non la pulga. Eppure nella squadra guidata da Carlo Ancelotti c’è spazio anche per un Messi, capace di conquistare giorno dopo giorno l’affetto sempre più grande dei tifosi partenopei.